Come ricavare una camera in più



Nel trilocale di 90 mq con una serie di trasformazioni si riesce ad ampliare la zona notte aggiungendo la terza stanza. Le modifiche al layout consentono una serie di miglioramenti anche nella zona giorno, senza rinunciare peraltro ai doppi servizi, anzi ricavando un locale lavanderia indipendente. Le dimensioni delle stanze e gli altri requisiti di abitabilità come l’altezza del soffitto e i rapporti aeroilluminanti sono stabiliti dal Regolamento edilizio di cui ciascun Comune è dotato. Ci possono essere, quindi, differenze a seconda del luogo.Ma poiché esiste una norma nazionale (Decreto Ministero della Sanità del 5/7/1975) è possibile dare delle indicazioni di carattere generale. Per esempio: per la camera da letto singola sono richiesti minimo 9 mq; per quella doppia invece 14 mq (compresa eventuale cabina armadio in muratura).

L’abitazione, seppure ben divisa e distribuita dal corridoio centrale, è caratterizzata dallo spreco di molti centimetri, soprattutto nell’ingresso che è delimitato da divisori. Nella parte notte, il locale di servizio che unisce la funzione di bagno a quella di lavanderia, è fin troppo ampio. E in soggiorno il pilastro integrato nella muratura e con all’interno la canna fumaria è vincolante. Ma con un nuovo schema la superficie può essere ottimizzata. I lavori previsti interessano gran parte dell’appartamento. Questo significa rifare la pavimentazione, o quantomeno sovrapporre un nuovo rivestimento.

I vantaggi che ne conseguono, però, sono tali da giustificare la spesa: la casa diventa un quadrilocale con doppi servizi dotati di finestra, lavanderia e soggiorno di circa 40 mq con camino. L’ingresso si apre sul soggiorno, con una sensazione di maggiore ampiezza e facendo recuperare spazio. Risulta comunque delineato, grazie al nuovo controsoffitto con illuminazione dedicata e a due spalle in muratura. Con queste due piccole aggiunte sono ricavati due vani guardaroba ai lati della porta, sempre utili nella zona di entrata.

 

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *