Riservata, ospitale ed elegante: la casa by studio Azzolina

Non affaccia su strada, si difende dai rumori della città e guarda a un breve esterno tutto per sé. Completamente ridisegnata da un intervento dello studio Azzolina, questa casa si trova nel corpo interno di un quartiere milanese abbastanza anonimo. Ed è sorprendente scoprire un appartamento distribuito su due livelli, il secondo parzialmente affacciato sul grande soggiorno-cucina a doppia altezza che ha il privilegio di due porte finestre e eleganti riquadri. Il progetto ha trasformato in abitazione una ex tipografia, senza conservare nulla di ciò che era in origine. Alcune soluzioni la rendono speciale: una libreria che si sviluppa in verticale su due piani con una partizione interna inusuale; una parete animata da due pieni e vuoti, libreria da un lato e contenitore dall’altro che da carattere a camera da letto e bagno; la cabina armadio trattata come una vera stanza che si intravede al di là di una scenografia porta finestra, con tanto di tenda rosso sipario che la divide dal soggiorno. La soluzione di collocare la cucina in diretto rapporto con il living esprime un senso di calore e convivialità, che smorza ogni formalismo. Ma non per questo viene meno un senso di lusso, misurato e discreto, percepibile nelle misure e nei dettagli. Il pavimento è di grande effetto; la scelta di adottare la posa a lisca di pesce anziché a doghe affiancate crea un efficace contrasto con lo spirito contemporaneo del progetto. Quanto agli arredi prevale un’impronta nordica, con il tavolo allungabile disegnato da Hans Wegner negli anni Cinquanta ma attualissimo e privo di nostalgie vintage. Chi vi abita ha avuto le idee chiare, investendo su quanto gli stava a cuore e assicurandosi luce, spazio e un’inevitabile senso di privacy.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *