Libere aggregazioni

Un’abitazione che cresce in funzione delle necessità e variamente aggregabile. E’ la proposta Space for Life dell’architetto Marco Piva, presentata, insieme ad altre due residenze sperimentali, in occasione della fiera Made Expo, che si è svolta in ottobre a Milano. Si tratta di un modello prefabbricato messo a punto da Sistem Costruzioni, mentre l’arredo è a cura, per la gran parte, di gruppo Euromobil con le sue divisioni cucina, zona giorno e notte, camera junior e imbottiti. Questa soluzione flessibile si basa su moduli di tre dimensioni (mini, midi e maxi) che possono essere aggregati tra loro in strutture articolate, per esempio un piccolo villaggio o un edificio fino a 12 piani. Il tutto sfruttando il legno, materiale antisismico e rinnovabile. Per realizzarla si è ricorsi al sistema costruttivo Xlam, basato su pannelli di legno massiccio a strati incrociati disposti ortogonalmente fra loro. A chi pensa che un prefabbricato risulti rigido e standardizzato deve sapere che l’interno si personalizza a piacere, così come il cappotto esterno, che può avere finiture nei materiali più vari: pietra, ceramica ultrasottile, intonaco e alluminio. Tempi e costi di un’abitazione di 100 mq può essere fornita chiavi in mano comprese le fondamenta in 4 mesi, mentre per la sola struttura in legno (copertura inclusa) occorrono circa 10 giorni di cantiere. Il prezzo è paragonabile a quello di un edificio tradizionale, senza però onerose variazioni in corso d’opera. Risparmio energetico: utilizzando i pannelli di legno e isolanti non necessariamente ad alto spessore si limita il fabbisogno energetico fino a 10 Kwh(mq annui. Si ottiene così una casa che riduce drasticamente la bolletta energetica.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *